La storia

La storia

La Società nasce con il nome BPV Vita il 31 marzo 2000 a Verona costituita da Società Cattolica di Assicurazione, che ne detiene il 50%, Banca Popolare di Verona, che ne detiene il 35% e il Credito Bergamasco che possiede il restante 15%.
La creazione del Gruppo Banco Popolare, nel corso del 2007, all'interno del quale confluisce anche la Banca Popolare di Verona, e il varo di un ambizioso progetto di crescita, porta alla concentrazione delle attività nei settori delle assicurazioni vita di investimento, risparmio e previdenza integrativa di tutte le Banche facenti parte del gruppo sotto un'unica entità assicurativa.
Nell'ambito di questo progetto di riorganizzazione, il 1° gennaio 2008 BPV Vita cambia denominazione sociale e diventa Popolare Vita.
A decorrere dal 31 dicembre 2008 Popolare Vita si accresce, tramite fusione per incorporazione di Novara Vita S.p.A.. Con l'operazione di fusione Novara Vita cessa di esistere, mentre il suo portafoglio ed i relativi contratti in essere confluiscono in Popolare Vita.
Alla fine del 2012 Popolare Vita entra a far parte del Gruppo Assicurativo Unipol e dal 6 gennaio 2014 diviene una controllata di UnipolSai Assicurazioni S.p.A., compagnia assicurativa multi-ramo del Gruppo Unipol, leader in Italia nei rami Danni in particolare nell'R.C. Auto.
Nel 2018 Popolare Vita cambia denominazione in Vera Vita, società che nasce dall’accordo di bancassurance stipulato tra Banco BPM e Cattolica Assicurazioni, che ne detengono una quota pari rispettivamente al 35% e al 65%.