Reclami Prodotti Previdenziali

Eventuali reclami riguardanti irregolarità, criticità o anomalie circa il funzionamento del Fondo (Popolare Vita Pensione Sicura; Fondo Pensione Aperto Popolare Vita; Popolare Vita Previdenza) devono essere inoltrati per iscritto al seguente indirizzo:

Vera Vita S.p.A. - Servizio Reclami

c/o Società Cattolica di Assicurazione Società Cooperativa - Servizio Reclami di Gruppo

I reclami possono anche essere inviati a mezzo Fax al numero Fax: (+39) 045/8372902 o via e-mail all’indirizzo reclami@veravitaassicurazioni.it

Nel reclamo vanno indicati i seguenti elementi:

  • l’iscritto che trasmette (o per conto del quale è trasmesso) il reclamo: nome, cognome, indirizzo;
  • il recapito telefonico del soggetto che trasmette il reclamo;
  • l‘oggetto del reclamo: la denominazione della forma pensionistica complementare (Popolare Vita Pensione Sicura; Fondo Pensione Aperto Popolare Vita; Popolare Vita Previdenza), il numero di iscrizione al Fondo (Popolare Vita Pensione Sicura n.5088; Fondo Pensione Aperto Popolare Vita n.31; Popolare Vita Previdenza n.5075) e l’esposizione dei fatti e delle ragioni della lamentela.

Al reclamo viene data risposta entro 45 giorni dal suo ricevimento. Se non si riceve risposta entro tale termine o se non si ritiene soddisfacente la risposta ricevuta, ci si può rivolgere alla COVIP. La COVIP (Commissione di Vigilanza sui fondi pensione) è l'Autorità pubblica che vigila sulle forme pensionistiche complementari (fondi pensione), con lo scopo di assicurare la sana e prudente gestione delle stesse, il buon funzionamento del sistema e la tutela degli iscritti e dei beneficiari. L'esposto alla COVIP, per essere preso in considerazione, deve contenere alcune informazioni essenziali, quali:

  • la chiara indicazione del fondo pensione interessato(Popolare Vita Pensione Sicura n.5088; Fondo Pensione Aperto Popolare Vita n.31; Popolare Vita Previdenza n.5075);
  • l'indicazione del soggetto che trasmette l'esposto (nome, cognome, indirizzo, recapito telefonico);
  • l'oggetto dell'esposto (chiara e sintetica esposizione dei fatti e delle ragioni della lamentela).

Il soggetto che invia l'esposto alla COVIP deve inoltre:

  • fare presente di essersi già rivolto al fondo interessato e che sono decorsi 45 giorni dalla richiesta senza che sia pervenuta alcuna risposta ovvero di aver ricevuto una risposta non soddisfacente (e, in tale ultimo caso, rappresentare chiaramente le ragioni dell'insoddisfazione);
  • allegare copia del reclamo già trasmesso al fondo e dell'eventuale risposta ricevuta. Per rendere più agevole e rapida la trattazione dell’esposto da parte della COVIP, è utile allegare, inoltre, copia dei principali documenti comprovanti i fatti descritti.

L'esposto va trasmesso mediante servizio postale a: COVIP - Piazza Augusto Imperatore, 27 - 00186 ROMA; può essere inviato anche via fax al numero: 06.69506.304 o trasmesso da una casella di posta elettronica certificata all'indirizzo protocollo@pec.covip.it. Per ulteriori informazioni, si rinvia alla “Guida pratica per la trasmissione degli esposti alla COVIP” pubblicata sul sito www.covip.it.

Clicca qui per consultare il Rendiconto Annuale sulla nostra attività di gestione dei reclami.